Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di pi√Ļ, consulta l'informativa

Conferenza 'Lavoro libero. Tutela dei diritti e contrasto dello sfruttamento' - Pisa, 21 aprile 2017

Conferenza del Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace

Venerdì 21 aprile alle ore 15:30, nell'Aula 2 del Polo Carmignani, si tiene la conferenza "Lavoro libero. Tutela dei diritti e contrasto dello sfruttamento".

L'incontro è organizzato dal Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace (CISP) e costituisce l'evento finale del progetto di ricerca "Chiediamo i nostri diritti. Osservatorio sullo sfruttamento e sportello legale per i lavoratori immigrati", co-finanziato dalla Open Society Foundations.

La rivolta di Rosarno del gennaio 2010, lo sciopero dei braccianti di Nardò dell'agosto 2011 e le mobilitazioni dei lavoratori della logistica in Emilia Romagna iniziate nel 2012, hanno fatto rientrare i temi dello sfruttamento nel dibattito pubblico. L'indifferenza verso le condizioni di vita e di lavoro in molte campagne italiane, così come in alcuni settori della manifattura e della movimentazione di merci, è stata rotta anche da varie morti: quella di Paola Clemente, di Abdullah Mohamed, di Abdesselem El Danaf, delle vittime del rogo di Prato e del ghetto di Rignano. L'iniziativa del CISP si inserisce in questo contesto di crescente attenzione al fenomeno. Ponendo a confronto discipline, professionalità ed esperienze diverse, la conferenza si propone di analizzare lo sfruttamento nella sua complessità e di individuare adeguate strategie di contrasto e di prevenzione, che mettano al centro l'effettiva tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori a partire dalla normativa vigente e dalle migliori pratiche esistenti.

Dopo avere presentato il portale web "Lavoro libero. Osservatorio e lo sportello legale contro lo sfruttamento" risultato dal progetto di ricerca, la conferenza affronta tre questioni: le forme emergenti di caporalato e sfruttamento che si manifestano con appalti fittizi, col ricorso a false cooperative e società di servizi, e con agenzie di lavoro anche transnazionali; il ruolo che gli sportelli legali specializzati in casi di sfruttamento possono svolgere nel fornire informazioni e consulenze ai lavoratori, promuovere la loro organizzazione, attivare collaborazioni tra istituzioni, enti di controllo, sindacati e associazioni; l'importanza di affiancare la repressione dello sfruttamento, applicando ad esempio le norme contro la tratta o contro il caporalato, con azioni in grado di incidere sulle cause del fenomeno ovvero sulla vulnerabilità giuridica e sociale dei lavoratori, e sull'attuale modello di produzione e consumo che richiede costantemente manodopera iper-precaria, ricattabile e a basso costo.

Info e contatti:
Federico Oliveri (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.); Sonia Paone (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.); Sergio Bontempelli (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)
http://www.lavorolibero.org/