Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di pi√Ļ, consulta l'informativa

Beyond borders. Refugees and Struggles in Europe. Mobilization, Solidarity and Political Challenges in the Long Summer of Migration. Firenze, 12 maggio 2017

Venerdì 12 maggio, dalle 9 alle 18, si terrà a Palazzo Strozzi (Firenze) la conferenza internazionale "Beyond borders. Refugees and struggles in Europe". Organizzata dal Centre on Social Movement Studies della Scuola Normale Superiore, con la collaborazione del Centro Interdisciplinare "Scienze per la Pace" dell'Università di Pisa e del Centro di Studi Politici "Hannah Arendt" dell'Università di Verona, la conferenza fa parte del ciclo di incontri del progetto "Desexil, Exil et Violence" promosso dal Collège International de Philosophie di Parigi.
La giornata di studio è rivolta a ricercatori, studenti, attivisti, decisori politici, operatori sociali, giornalisti e altri professionisti impegnati nel campo delle migrazioni, delle politiche d'asilo e di accoglienza, dei diritti dei migranti. Vista la presenza quotidiana di queste tematiche nel dibattito pubblico italiano ed europeo, la conferenza si rivolge alla cittadinanza nel suo insieme, con l'obiettivo di condividere informazioni, analisi e prospettive ragionate sulla cosiddetta "crisi dei migranti" in corso dall'estate del 2015.
La conferenza offre uno stimolante confronto interdisciplinare tra politologi, sociologi e filosofi del diritto e della politica. Nel corso della mattinata verranno presentati i risultati di una ricerca sul campo condotta da un'équipe della Scuola Normale, che ha ricostruito in maniera anche comparativa pratiche, strategie e luoghi d'azione dei movimenti e delle iniziative di solidarietà a sostegno dei richiedenti asilo, lungo le diverse rotte migratorie verso e attraverso l'Europa. Nel corso del pomeriggio verranno invece affrontati alcuni dei nodi teorico-politici e teorico-giuridici sollevati dalla "crisi dei migranti", interpretata come crisi delle frontiere europee e come crisi dell'asilo. Si rifletterà in particolare sulle forme di lotta e di soggettività emerse intorno ai confini e alla mobilità, su ruolo e competenze delle organizzazioni non governative e dei movimenti sociali impegnati nella crisi, sugli strumenti normativi adottati dalle istituzioni europee e nazionali per controllare le frontiere e "gestire" i flussi, sui temi dominanti nel dibattito pubblico in tema di migrazioni, salvataggi in mare e accoglienza. Si cercherà inoltre di comprendere gli effetti di queste dinamiche complesse sulle idee di democrazia, sovranità, solidarietà, diritto d'asilo, Europa.
Le lingue di lavoro durante la conferenza saranno l'inglese, l'italiano e il francese.
Non è richiesta iscrizione.

In allegato la locandina dell'evento.