Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

 
Torna alla lista

12) Scrivere di carcere Una sperimentazione di didattica transdisciplinare

Centro per i Diritti umani, CISP, Centro interdisciplinare Scienze per la Pace, progetto

 

  • ISBN: 88-8492-445-6
  • Pagine: 184
  • Prezzo: 16.00
  • Note: 14x21 - 1 tomo - brossura cucita - illustrazioni in b/n

 

Questo libro vuole descrivere una sperimentazione di didattica riguardante un problema sociale, esaminato con la convergenza di più discipline. Il suo primo scopo è avvicinare gli studenti universitari alle tematiche della Sociologia della Devianza seguendo un percorso di apprendimento che vada oltre l'acquisizione dei concetti teorici e realizzi una loro traduzione concreta; ma certamente il suo obiettivo è ampio, e viene investita tutta la società civile. I linguaggi, letterario, teatrale e dell'illustrazione, sono impiegati, come insegnato dal Prof. Giulio Salerno, per superare la distanza che separa il mondo degli studi dalle necessità della vita. Il libro si basa su un racconto di fantasia, costruito sulla descrizione della vita in un carcere maschile, e viene impiegato come provocazione a pensare sull'attuazione delle leggi del settore. Una presentazione sociologica e quattro letture di specialisti lo corredano, in maniera da poterlo proporre alla discussione generale, per mostrare la gravità degli effetti di separazione operati nella carcerazione, e nell'intento di costruire una società più giusta e più pacifica.Il gruppo di lavoro carcere & comunità nasce all'interno del progetto Tutela dei diritti umani, avviato nel 2001 nell'ambito delle iniziative del Centro per i diritti umani del CISP, in collaborazione con l'Istituto internazionale per la psicologia dell'emergenza. Sotto la direzione del prof. Giuseppe Sica, sono stati organizzati seminari interni all'Università e all'Istituto penitenziario di Pisa, centrati sulla tutela dei diritti umani in carcere, performance teatrali e pubblicazioni rappresentative degli elementi focali emersi nei seminari.