Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

 
Torna alla lista

7) Religione e società in Africa Evoluzione storica e comparazione giuridica. Il caso dell'Angola

Loya e Sapuile Belchior, Rosario

 

  • ISBN: 88-8492-306-9
  • Pagine: 200
  • Prezzo: 14.00
  • Note: 14x21 - 1 tomo - brossura cucita - non illustrato

 

Il riconoscimento della religione come bene giuridico meritevole di tutela, lo sganciamento della laicità dalle ideologie (ostili o amichevoli), il riconoscimento dei diritti fondamentali della persona costituzionalmente garantiti hanno ridimensionato gli impegni dello Stato, chiamato a più riprese per garantire la libertà di scelta dei cittadini, ma anche per favorire la soddisfazione dei bisogni religiosi di ciascuno. In una società che si prefigge la realizzazione di una nazione libera, democratica, di pace, giustizia e di progresso sociale, la res publica non è più il regno incontrastato della signoria del volere dello Stato. Essa esige - senza affrettare il passo ma anche senza rallentare il corso della recente, stentata e coraggiosa costruzione della democrazia in Angola - il coinvolgimento di tutti in favore dell'obiettivo fondamentale della Repubblica. In questo senso, la laicità dello Stato costituisce piuttosto un luogo d'incontro e di comunicazione tra i valori delle diverse espressioni sociali, ivi comprese quelle religiose e lo Stato stesso: senza sminuire l'autonomia di ciascuno, ogni soggetto concorre al servizio della persona umana.Belchior do Rosário Loya e Sapuile è nato a Lobito (Angola) nel 1965. Ordinato sacerdote nel 1995, ha poi studiato in Italia. Si è laureato in giurisprudenza nell'Università di Pisa.