Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

 
Torna alla lista

9) Diritti, tollaranza, memoria Una città per la pace

Pellecchia, Enza; Consorti, Pierluigi (a cura di)

 

  • ISBN: 88-8492-353-0
  • Pagine: 504
  • Prezzo: 20.00
  • Note: 14x21 - 1 tomo - brossura cucita - non illustrato

 

Dal 15 al 30 aprile 2005 Pisa è stata teatro di un evento festoso che ha coinvolto istituzioni, associazioni, cittadini: per due settimane è stata 'città per la pace e per i diritti umani', ospitando mostre fotografiche, conferenze, dibattiti, seminari, alternati a momenti di intrattenimento e di svago. Questo volume raccoglie i testi degli interventi in materia di pace e memoria del passato; esami di problemi economici, ambientali e di risorse energetiche; sereno confronto tra religioni e culture; solidarietà internazionale in campo medico e cittadinanza attiva; diritti dei minori e diritti umani in situazioni di conflitto. Entrando a pieno titolo nella collana di testi in Scienze per la pace, il volume sviluppa una proposta educativa, rivolta certamente alle giovani generazioni, ma più in generale all'intera società civile, la vera protagonista delle giornate di festa. La pubblicazione di questo volume, oltre che essere un'occasione di aggiornamento scientifico sui vari aspetti delle relazioni che costituiscono la pace, è anche il modo per ringraziare una città che in quelle due settimane di primavera ha mostrato con orgoglio la propria ricchezza di risorse ideali e umane. Con l'auspicio che Pisa sappia coltivare questa ricchezza, cogliendone la bellezza e apprezzandone la capacità di influire positivamente sulla vita di oggi.Il Centro per i Diritti umani, nato nel 2000 dal progetto di collaborazione dell'Università e del Comune di Pisa per realizzare la promozione di una cultura di pace e della trasformazione nonviolenta dei conflitti, si avvale di un Comitato di cui fanno parte esperti, docenti e ricercatori. Il Centro ha curato numerose iniziative sul territorio, seminari sulla devianza sociale e sui diritti dei detenuti in carcere, interventi nelle scuole e occasioni di approfondimento culturale e di confronto aperti alla cittadinanza.